venerdì 22 settembre 2017

Contrasto meraviglioso: misericordia e grandezza regale

La Statua Pellegrina della Madonna di Fatima

Questa statua, considerata dal punto di vista artistico, è dello stile detto sulpiziano, ma ha molto più espressione delle comuni immagini sulpiziane. Si nota questa espressione dalla coerenza del suo insieme.


Il viso è leggermente inclinato in avanti, ma non interamente eretto. In un gesto molto delicato, si atteggia come chi ascolta e fissa lo sguardo su qualcuno che è ai suoi piedi. Uno sguardo rivolto verso il basso con molta sollecitudine, preoccupazione e delicatezza di sentimenti nell’ascoltare la preghiera che Le viene rivolta. Ma con tanto desiderio di esaudire, che si direbbe che l’immagine tende l'orecchio a chi sta pregando e, più che con gli occhi aperti, ha il cuore aperto per accogliere le richieste.

Allo stesso tempo in cui l'immagine guarda la terra, volge la preghiera al Cielo.

Le sue mani sono poste in preghiera con un gesto molto soave, che esprime una supplica fiduciosa. Questo gesto risveglia l’idea della preghiera, ma anche un po’ quella dell'afflizione: l’afflizione e la preghiera si congiungono in un qualcosa di triste. Benché sembri sorridere alla persona che Lei ascolta, ha l'attitudine di una profonda tristezza.

Si direbbe “un'immagine verginale”, per la manifestazione del candore, soavità, tenerezza e purezza di una vergine assolutamente immacolata.
La corona è quella di una Regina, ma anche se la si togliesse, rimarrebbe perfettamente bene. Rappresenta la Madonna coronata come Regina, però con la semplicità della più amena tra tutte le persone: un contrasto meraviglioso tra misericordia e grandezza regale.


Questa immagine commuove. Ho l’impressione che il suo sguardo mi penetri profondamente e che Lei operi in me trasmettendo una pace rattristata, ma tranquilla, decisa e forte, che mi stimola alla dedicazione ed alla lotta.

Plinio Corrêa de Oliveira

Tratto dalla rivista "Catolicismo",
Agosto 2017, che commemora il suo 800º numero



(*) Questi commenti sono stati estratti da una conferenza del 27 Aprile 1973, facendo riferimento alla 
Statua Pellegrina internazionale della Madonna di Fatima,
che ha versato lacrime quattordici volte, nel Luglio del 1972, 
a New Orleans (USA)





1 commento:

  1. Mamma e Regina Tangibile sintesi espressa nella scultura

    RispondiElimina