domenica 20 novembre 2016

Presentazione della Vergine al Tempio

21 Novembre


Per fare un commento sulla festa della Presentazione di Maria Santissima al Tempio, vediamo prima cosa ci dice Dom Guéranger:

Fu in Oriente che nacque il culto alla Madonna. È sempre dall’Oriente che ci proviene la festa di oggi, che riscontriamo sin dalla fine del settimo secolo. In Occidente, la Francia fu la prima a celebrarla nella Corte Romana di Avignon, nel 1372.

Un anno dopo, Carlo V introduceva la festa della Presentazione nella cappella del suo palazzo:

“Carlo, per grazia di Dio, Re di Francia, ai nostri cari, saluto in Chi non cessa di onorare Sua Madre in terra. Tra gli altri oggetti della nostra sollecitudine e occupazione quotidiana, e diligente meditazione, il primo che occupa, a buon titolo, il nostro pensiero, è il fatto che la Beata Vergine e molto Santa Imperatrice, sia onorata da noi e con un amore molto grande lodata come conviene alla venerazione che Le è dovuta. Quindi, è un dovere per noi di prestarLe gloria. Noi, che eleviamo verso di Lei gli sguardi delle nostre anime, sappiamo quale protettrice incomparabile è per tutti noi, quale potere di mediazione ha presso il Suo benedetto Figlio, per coloro che la onorano con cuore puro. Ed ecco perché, volendo stimolare il nostro popolo fedele a solennizzare questa festa, come noi stessi ci proponiamo di fare, - con l'aiuto di Dio - in ogni anno della nostra vita, noi ci rivolgiamo a voi e vi inviamo la liturgia di questa festa, al fine di aumentare le vostre gioie”.

Così parlavano i prìncipi di quei tempi. Orbene, è un fatto saputo che in quegli stessi anni, il saggio e pio re, proseguendo l’opera iniziata dalla Vergine di Chartes a Bretigny, salvava per la prima volta la Francia dagli inglesi la Francia sconfitta e disgregata". [Dom Guéranger]
Commento

Detto con altre parole, la festa della Presentazione della Madonna progredì in condizioni straordinarie. Fu un Papa - in esilio ad Avignone - che la introdusse, il re di Francia la diffuse e, dalla Francia, si espanse in tutto il mondo. Ed era pure per retribuire e ringraziare alla Vergine a proposito della battaglia di Bretigny, che la Madonna di Chartres aveva vinto sugli avversari.


Che cosa celebra festeggia la Presentazione della Madonna? Celebra quell'evento della Sua vita in cui fu condotta dai genitori al Tempio e presentata in quel luogo per vivere durante tutta la vita come le vergini consacrate al Tempio, pensando esclusivamente a Dio.


Questa festa possiede qualche bellezza speciale? Certamente. È la Vergine, l'eletta da tutti i secoli, la Radice di Jesse dalla quale sarebbe nato Nostro Signore Gesù Cristo che viene presentata alla Sinagoga - l’istituzione incaricata di custodire la promessa - che accoglie Colei che in effetti realizza il primo passo della promessa: è una sorta di incontro della speranza con la realtà.


Peraltro, è la Madonna che accede al servizio di Dio, che si consacra al Suo servizio e che, a questo fine, presenta la Sua anima insondabilmente e incomparabilmente santa. In quel momento, nonostante tutta la putrefazione della nazione di Israele, malgrado il Tempio si fosse trasformato in un covo di farisei, siccome Maria Santissima rimaneva legata al Tempio, in esso penetrò una luce incomparabile, che è precisamente la santità della Madonna.


Dunque, senza saperlo, Ella iniziava la sua preparazione per divenire la Madre di Nostro Signore Gesù Cristo. Infatti, fu in quel luogo, nell’ambiente di grazia del Tempio, separata per servire il Signore, che crebbe nell’amor di Dio al punto di formare l'ardente desiderio che il Messia venisse al più presto; e di averlo chiesto pregando di essere la serva della donna tanto felice che sarebbe divenuta la Madre del Messia.

Quindi, tutta questa santificazione preparatoria alla venuta di Nostro Signore Gesù Cristo, questa inaudita e straordinaria preparazione si avverò a partire dal fatto che la Madonna si presentò al Tempio. Ed è appunto questa prima presentazione che la Chiesa festeggia solennemente.



C'è qualche grazia speciale da chiedere in questo giorno? Sicuramente. Dobbiamo chiedere che nell'ambiente che qui frequentiamo, la nostra anima venga formata con il  miglior latte della dottrina cattolica, con il miglior nutrimento della grazia, per servire Dio servendo la Madonna.

Dunque, in questa festività dobbiamo fare una analoga presentazione delle nostre persone alla Madonna, affinché Lei si degni di accettare ed assumere il compito della nostra santificazione, come fu fatto dalla Spirito Santo con Lei nel Tempio di Gerusalemme.


Plinio Corrêa de Oliveira



Nessun commento:

Posta un commento